Specializzazione unghie

Un fiume di magma bollente e di costi nascosti che travolge ciò che trova… se sei dalla parte sbagliata del tavolo

“Specializzazione” una parola di moda, usata a sproposito da molti, e che è stata anche svuotata del suo significato vero e attorno alla quale c’è molta confusione.

Essere specializzata in un servizio estetico non significa semplicemente fare prevalentemente quel servizio, ma vuol dire prestare quel servizio con prodotti e protocolli al TOP, usando quindi un metodo che garantisca dei RISULTATI e che differisce da quello standard della concorrenza.

Questo servizio andrà poi comunicato e sarà il protagonista del marketing aziendale.

Quindi, questa parola avrà senso unicamente se, unita alla passione per questo lavoro, indicherà:

  • competenza tecnica
  • conoscenza dei materiali
  • ricerca e perfezionamento continuo

…ma se è un lavoro, tutto questo dovrà essere funzionale anche alla possibilità di guadagnare senza dover perdere la tua vista seduta al tavolo manicure per lunghe ore, ed essendo costretta magari a stare fuori dalla legalità mettendo le mani sul 22% dell’Iva che ti paga la cliente e non pagando le imposte dovute allo Stato, per non vedere azzerato il tuo guadagno.

Se è così sappi che in futuro la tua vita lavorativa sarà sempre più dura!!

Per evitare queste situazioni nel corso dell’ultimo anno abbiamo deciso di svoltare decisamente strada.

Da qui è partito il nostro progetto per realizzare i SERVIZI DI BASE AD ALTO RENDIMENTO e cioè selezionare quei prodotti e servizi che consentano anche alla professionista del servizio manicure e nails di ritornare a guadagnare.

L’essenza del significato di specializzazione è diventato per noi darti la possibilità di elevarti a vera esperta di manicure e unghie ed aumentare la tua marginalità:

La fine della collaborazione dopo 15 anni con la persona che si occupava all’interno della nostra azienda in particolare del servizio manicure, ed il parallelo percorso di formazione commerciale e marketing che stiamo realizzando, ci ha fatto chiaramente capire come anche noi non fossimo più in grado da qualche tempo di offrire alle nostre clienti delle vere SOLUZIONI, delle OPPORTUNITÀ.

E allora anche se abbiamo cominciato ad occuparci di unghie dal 1998, ci siamo completamente messi in discussione ed abbiamo fatto una analisi su di noi e sull’evoluzione del servizio manicure;

come la maggior parte delle aziende in questi ultimi anni abbiamo semplicemente inseguito la moda dello smalto semipermanente, un servizio partito dagli Stati Uniti e che si è diffuso in Italia nei Centri di Estetica perché doveva offrire un servizio più veloce e alla portata di tutti (Estetista e cliente) rispetto a quello della ricostruzione unghie.

Quasi dieci anni fa lo smalto semipermanente sembrava davvero essere una nuova opportunità per il Centro di Estetica:

  • basta lunghe ore di lavoro al tavolo manicure per l’operatrice e attesa per la cliente
  • prezzi più abbordabili per la cliente finale
  • basta polvere …. che invadeva ovunque l’ambiente
  • possibilità di ampliare il numero delle clienti interessate a questo servizio che si collocava tra lo smalto tradizionale e il gel
  • un servizio che sembrava più facile da fare e alla portata di quasi tutte, niente più corsi, armonie delle forme, punti di stress dell’unghia, allungamenti con cartine, ecc.

Col passare degli anni si è verificato però un vero e proprio gioco al ribasso (prezzi e qualità servizio) a vantaggio solo delle tasche delle clienti, ed era inevitabile perché ogni cosa “semplice e alla portata di tutti” è destinata ad essere svilita.

Ricordati che ci saranno sempre, ed in ogni settore, una folta schiera di persone che credendosi dei furbi imprenditori:

  1. cavalcano l’onda e la moda del momento,
  2. la copiano
  3. la offrono semplicemente ad un prezzo più basso per attrarre il cliente….

…ma ci sarà sempre uno che arriva dopo e che farà un prezzo ancora più basso per vendere il suo prodotto.

Il mercato dello smalto semipermanente è così oggi invaso da prodotti venduti online, una miriade di micro aziende e marchi copia e incolla, molti dei quali neanche in regola con le indicazioni di legge che prevede la registrazione CPNP del prodotto al portale europeo.

A questo proposito ti faccio una sola raccomandazione, se possiedi un Centro di Estetica o Centro Nails sappi che se, a seguito di un controllo degli Uffici competenti, il prodotto che usi e tieni nel cassetto non è a norma CEE con la registrazione e le indicazioni d’uso in italiano sull’etichetta rischi una causa penale e una multa pesantissima

Altro grosso rischio che puoi correre è quello che se nel corso di un controllo fiscale non possiedi la fattura di acquisto intestata al Centro, e che se è estera (es. acquisto online) devi aver dichiarato in dogana trimestralmente e poi con riepilogo annuale

…RICORDATI CHE BASTA TI SUCCEDA UNA SOLA VOLTA E SARANNO GUAI SERI.

Moltissime aziende si rivolgono contemporaneamente sia al settore professionale che al “mercato del fai da te” e delle “abusive”, un mercato che rappresenta oggi il 75% circa del fatturato complessivo.

  • Micro marchi distribuiti a livello quasi familiare, neanche registrati e che propongono prodotti a basso prezzo, sovente pieni di acidi, anche per sopperire alla mancanza di professionalità dell’operatrice (mancanza di una diagnosi, preparazione approssimativa dell’unghia naturale).
  • Anche i Marchi più conosciuti, oltre che vendere a chiunque, quasi mai ti fanno guadagnare in modo adeguato dal servizio unghie che fai.

Facciamo un esempio pratico:

L’azienda leader dello smalto semipermanente vende poco più di 7ml di colore a poco meno di 30€ e ti consente di fare mediamente 7 servizi, perché a volte il colore non riesci a consumarlo tutto in quanto capita che lo smalto comincia a “fare i fili” e non riesci a lavorarlo … poi aggiungici gli altri liquidi e i materiali di consumo…

Poniamo che ti fai pagare un servizio circa 35,00€ per un’ora di occupazione della tua postazione… inclusa la rimozione.

Questo significa che se non evadi, e quindi devi togliere anche il 22% di iva da ciò che incassi, ti restano lordi 29,00€ scarsi contro un costo prodotti di circa 4/5€.

In ogni caso ci penseranno poi gli Studi di Settore a recuperare quanto “togli dal reddito” se il servizio lo fa una dipendente.

Il tuo ricavo sarà quindi di 29 – 5 = 24,00€ lordi all’ora che coprono appena il costo reale di una dipendente e gli altri costi cabina… e speriamo poi che qualche cliente non torni perché si è “sbeccata” l’unghia sicuramente per colpa tua… ☹☹

…e tutti gli altri costi di gestione? e i contributi previdenziali? e le imposte?

Un altro aspetto curioso è la contraddizione di Centri di Estetica che fanno i “talebani del naturale” per il cosmetico e poi mettono sulle unghie e sulle dita della cliente (…e respirano in fase di stesura o limatura) qualsiasi cosa gli venga proposto in nome del risparmio… pensa solo a certi liquidi di rimozione che vengono messi in occlusione per rimuovere lo smalto, oppure a prodotti carichi di acidi che oltretutto indeboliscono l’unghia naturale.

In questi ultimi anni si è poi assistito allo sviluppo di un altro fenomeno che ha interessato i Centri Nails.

Mi riferisco ad una serie aziende e di realtà online che, facendo leva sulla passione artistica di molte onicotecniche ed Estetiste, offrono corsi e i più svariati materiali per rincorrere tecniche di Nail Art che arrivano soprattutto dall’est Europa e Oriente (fatte per vendere corsi, dubbie tecniche come per esempio la manicure russa e una moltitudine di prodotti accessori) e trascurano, nel nome del loro fatturato, sia la salute delle unghie che soprattutto la redditività del servizio dell’operatrice

Non ti sembra di vedere quelle sfilate di moda che presentano quei vestiti appariscenti e costosissimi che poi non porterai praticamente mai?

Sicuramente una decorazione per rendere “unico e personalizzato” il tuo lavoro è molto gradita e richiesta dalle clienti, e rappresenta un po’ come la tua firma sotto un quadro, ma da qui a lanciarsi in forme estreme e decorazioni impegnative di ore, investendo anche migliaia di €uro prima in corsi e materiali, può essere giustificato solo dal tuo “potere” di chiedere poi un prezzo adeguato.

Come ti dicevamo all’inizio abbiamo fatto un duro lavoro alla DUE PI quest’ultimo anno e ci siamo concentrati nell’unire la migliore produzione mondiale di smalti e semipermanenti (U.S.A.) con il TOP nella produzione e nell’esperienza nel mondo nails in ITALIA dei gel.

Credimi non è stato per niente semplice trovare, come direbbe un bravo politico, “la quadratura del cerchio”… e molte nostre clienti lo sanno quanto ci siamo sbattuti con impegno e buona fede per trovare la soluzione ottimale… e il motivo delle difficoltà che abbiamo incontrato è che ogni Paese ha realtà, esigenze, tipologia di operatrici e clientela diversa.

Negli U.S.A. è impensabile per una cliente “non dedicarsi alle mani” per più di 15 giorni, mentre da noi ormai c’è la gara a “chi dura di più” … a chi ha la “ricrescita più lunga”, oppure c’è la pretesa che uno smalto semipermanente duri come un gel …. ma che costi molto meno e abbia una rimozione veloce (di solito molto BIO ☺) e… senza usare la lima perché quella invece rovina l’unghia! ☹

Negli Stati Uniti esiste solo l’operatrice e il Centro specializzato mentre in Italia si fa anche mani, piedi, viso, corpo, cerette, ciglia, make up, ecc.

Malgrado la nostra ormai ventennale esperienza, abbiamo incontrato perciò diverse difficoltà perché, pur essendo consapevoli e certi di aver scelto dei prodotti al TOP della qualità, il risultato cambiava in termini di tenuta a seconda che il prodotto veniva applicato sull’unghia naturale, magari fragile, piuttosto che su gel o tip.

Stesso discorso se l’applicazione del semipermanente veniva fatta su una lamina ungueale pulita e sana, piuttosto che su una indebolita o dove c’erano tracce di altri gel contenenti acido metacrilico.

Nella ricostruzione in gel invece una delle variabili ricorrenti che condizionano il risultato è “l’abitudine dell’unghia” a ricevere primer aggressivi, che provocano forte disidratazione, e gel carichi di acidi per migliorarne l’adesione anche quando il loro utilizzo non servirebbe.

Per questo una domanda in più alla cliente sulle sue abitudini, sui prodotti utilizzati se è nuova, e una diagnosi attenta della lamina ungueale sono un approccio importante da utilizzare sempre.

In questo ultimo periodo abbiamo perciò completamente cambiato l’approccio al nostro lavoro e abbiamo dedicato 2 persone che hanno selezionato e provato ogni giorno prodotti e messo a punto protocolli diversi per offrirti:

  • LA MIGLIORE E SEMPLICE SOLUZIONE PER TE
  • DEI PROTOCOLLI CHE TI GARANTISCANO TENUTA E PRESTAZIONI anche se non sai che prodotto ha sulle unghie la cliente che ti è di fronte
  • LA FORNITURA DEI PRODOTTI CHE SERVONO senza riempirti i cassetti e svuotarti le tasche
  • LA MASSIMA REDDITIVITÀ DEL TUO SERVIZIO (risparmio costi prodotto … ma anche ottimizzazione dei tempi di occupazione cabina che incidono di più sulla tua marginalità)
  • TUTTA L’ASSISTENZA TECNICA CHE TI SERVE

…Alla DUE PI avrai a disposizione un team competente e dei prodotti che cambieranno il tuo modo di lavorare al tavolo del tuo Centro.

Come è nostra consuetudine, potrai provare e verificare gratuitamente presso la nostra sede la veridicità di quanto ti abbiamo detto e non acquistare a scatola chiusa, perché noi vogliamo solo delle clienti soddisfatte, che acquistano da noi quello di cui hanno bisogno e niente di più!

Parti da qui, parti dai prodotti che ti proponiamo!

By | 2018-07-02T13:42:11+00:00 14 giugno 2018|Il tuo successo|0 Comments